Si chiude il cerchio intorno al rapinatore seriale di poste e farmacie VIDEO
Da sinistra il tenente Mundo, il maggiore Sacchetti e il luogotenente Carlino dei carabinieri

Si chiude il cerchio intorno al rapinatore seriale di poste e farmacie VIDEO

Era già stato arrestato dai carabinieri per un colpo a Graffignana, ora è accusato di una lunga serie di atti malavitosi nel Lodigiano e in altre province

Era già stato arrestato e condotto in carcere lo scorso 24 luglio dopo essere stato scoperto a poche ore di distanza dalla rapina compiuta all’ufficio postale di Graffignana. Ora un 57enne residente a Melegnano è accusato di rapine compiute tra febbraio e luglio sempre in uffici postali e farmacie tra Lodi, ancora Graffignana, Marudo e Castiraga Vidardo (quest’ultimo non riuscito grazie al sangue freddo dei titolari). Un rapinatore seriale quindi che aveva compiuto tra febbraio e marzo anche altri due colpi a Carpenedolo e Vidigulfo.

Ad incastrarlo l’attenta e meticolosa attività d’indagine dei carabinieri della Compagnia di Lodi che grazie alle immagini di sorveglianza e ai particolari raccolti in esse, il rapinatore minacciava cassieri e farmacisti con un taglierino e si muoveva con una bicicletta caricata poi sulla propria auto lasciata a chilometri di distanza, sono riusciti a unire tutte le tessere del puzzle contro il 57enne, operaio e già in carcere appunto per la rapina del 24 luglio (e che da giugno aveva obbligo di dimora a Melegnano per traffico internazionale di cuccioli) e ora colto da una nuova misura di custodia cautelare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA