Serve alcol a una 16enne che finisce in ospedale, multato barista in centro a Lodi
Un posto di controllo dei carabinieri di Lodi

Serve alcol a una 16enne che finisce in ospedale, multato barista in centro a Lodi

Controlli dei carabinieri per contrastare la piaga dell’abuso di alcol tra i minorenni

Serve alcool a minorenni e una di questi finisce in ospedale. È successo a Lodi, in un bar del centro dove il 37enne proprietario è stato multato dai carabinieri con una sanzione di più di 300 euro a seguito appunto dell’attività fuori dalle norme di legge (che, se recidiva, può portare alla chiusura fino a 12 mesi). Tra il gruppo di giovani serviti, tutti tra i16 ed i 18 anni, vi è anche una 16enne di Borgo San Giovani. L’abuso di bevande con gradazione alcolica le è costata il trasporto e il ricovero all’ospedale di Lodi. Dopo gli episodi di violenza, tornano quindi al centro dell’attenzione in città i giovani: nelle ultime due settimane infatti la Polizia di Stato e il 118 erano dovuti intervenire per due risse, mentre appunto nel fine settimana appena trascorso i sanitari hanno soccorso la 16enne.

Nel corso dell’attività dei carabinieri inoltre non sono mancati poi i deferimenti. Tre in tutto. Il primo è un 43enne di Reggio Emilia, fermato per guida sotto l’abuso di sostanze psicotrope ma che si è rifiutato di sottoporsi ai controlli. Un 35enne di Cavenago invece non si è sottratto, venendo pizzicato con un tasso pari a 0.98 g/l. Infine un 41enne di Massalengo, con precedenti, trovato all’interno dell’ex Linificio di via Fascetti a Lodi con un martello e un altro attrezzo atto ad offendere. Il 41enne non poteva poi fare accesso nel capoluogo visto il foglio di via obbligatorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA