Serve ai tavoli, gestore di Casale multato e bar chiuso dai carabinieri
I carabinieri hanno multato il gestore di un bar

Serve ai tavoli, gestore di Casale multato e bar chiuso dai carabinieri

La sanzione per la violazione delle norme arriva dopo ripetute segnalazioni di assembramenti all’esterno del locale

Chiuso il bar “ex Tranquillo” in via Garibaldi. Il gestore, un cittadino di origini cinesi residente a Casalpusterlengo, è stato sorpreso dai carabinieri mentre serviva ai tavoli in palese violazione delle restrizioni anti-Covid, multato e costretto a chiudere il locale. Il controllo rientra nell’attività dell’Arma per vigilare sul rispetto delle normative anti-contagio e a seguito di ripetute segnalazioni su presunti assembramenti all’esterno del bar, nella giornata di domenica ha portato i militari a eseguire un accertamento che si è concluso con l’ordine di chiusura del locale fino a domani e una multa di 300 euro a carico del titolare. In città non è il primo caso di un intervento delle forze dell’ordine per far osservare i Dpcm del governo nei locali pubblici. A finire nella rete dei controlli era stato non molto tempo fa il Bar Magic (ex bar Gino) sulla via Emilia vicino alla fermata dei bus, nelle strette vicinanze del bar multato domenica. I titolari sono in entrambi i casi cinesi e le contestazioni pressoché simili. Nel primo caso a eseguire il controllo erano stati gli agenti della polizia locale, che constatata la presenza di un gruppetto di persone intente a bere birra e caffè, avevano provveduto a sanzionare i gestori elevando una “multa” di 400 euro. Alla vista dei vigili urbani, i presenti si erano subito dispersi, ma ciò non aveva evitato al titolare di essere multato. Non diversamente è andata domenica, quando i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Codogno hanno sorpreso il titolare cinese di quella che fu la storica panineria “Tranquillo” mentre serviva ai tavoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA