SENNA Colpo in banca, il rapinatore si era nascosto nei locali nella notte
I rilievi questa mattina (Foto by Nicola Agosti)

SENNA Colpo in banca, il rapinatore si era nascosto nei locali nella notte

Prima ha tentato di aprirsi un varco in un muro, poi è entrato dal retro forzando una finestra

Nuovo assalto alla filiale di Senna Lodigiana di Banco Bpm. Dopo il tentativo a vuoto del 4 febbraio scorso, questa volta il colpo è andato a segno nella banca di via Dante. Quanto successo è ancora in fase di ricostruzione, ma, dopo l’arrivo dei carabinieri e della scientifica questa mattina intorno alle 9.30, alcuni dettagli iniziano ad emergere. Secondo quanto appreso, il ladro avrebbe tentato durante la notte di crearsi un varco in un muro laterale con martello ed accetta. Non riuscendoci, sarebbe quindi passato dal retro, forzando una finestra. Il secondo atto però sarebbe avvenuto qualche ora dopo, tant’è che il malvivente avrebbe atteso dall’interno l’apertura della filiale questa mattina. Disinserito l’allarme da parte dei dipendenti, il malvivente, armato, con il volto coperto e fuggito poi dalla porta principale, si sarebbe fatto consegnare i soldi contenuti nella cassaforte. Bottino ingente, ma ancora in via di definizione, così come al vaglio sono le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Un mese fa il ladro, da chiarire se sia lo stesso o meno, era arrivato alle 8 in sella ad una mountain bike, venendo però messo in fuga dalle urla della dipendente ancora all’esterno della filiale.

L’approfondimento sul Cittadino di martedì 15 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA