Scarica rifiuti lungo la Paullese, è caccia all’inquinatore “seriale”
Il “turista spazzino” Simone Riva a San Donato

Scarica rifiuti lungo la Paullese, è caccia all’inquinatore “seriale”

Il “turista spazzino” ha trovato documenti fra il materiale abbandonato

I rifiuti scaricati a San Donato, sull’ex statale 415, sarebbero stati abbandonati da un inquinatore seriale. Non solo qui, ma anche a Mediglia, a Pantigliate e Rodano. Una scoperta che è stata resa possibile grazie all’azione del “turista spazzino”, al secolo Simone Riva, che sabato scorso in una delle sue uscite per raccogliere l’immondizia abbandonata, ha trovato alcuni documenti che ha consegnato alla polizia locale di San Donato che ora sta svolgendo gli accertamenti coordinandosi con altri corpi di polizia del territorio.

“Ho percorso l’area del centro commerciale L’Incontro, sul lato della Paullese, dove ho svolta la mia solita opera volontaria di pulizia – racconta Simone Riva -. Durante il recupero dei materiali, ho trovato molti documenti, che ho provveduto a consegnare agli agenti. Erano sotto le foglie: molti fogli, carte, fatture, scontrini. Sperano siano utili per punire il responsabile, ma da parte mia non posso dire di più, semplicemente perché saranno le autorità a svolgere gli accertamenti. Quello che è evidente è che abbandoni di rifiuti, riconducibili sempre alla stessa persona, sono avvenuti anche in altri comuni del Sudmilano”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA