SANTO STEFANO In bici fino a Roma per sostenere la “battaglia” del piccolo Lorenzo

SANTO STEFANO In bici fino a Roma per sostenere la “battaglia” del piccolo Lorenzo

I genitori del bimbo, trapiantato di fegato, in campo per le famiglie dei bimbi lungodegenti

Partiranno il 3 settembre in sella alle loro biciclette da Santo Stefano Lodigiano per arrivare il 6 settembre a Roma in piazza San Pietro. Sono i giovani di Pedalandoperilsorriso che con questa iniziativa hanno deciso di sostenere il progetto del piccolo Lorenzo, “Insieme oltre le onde”. Si tratta del bambino di 2 anni e mezzo affetto da atresia alle vie biliari che a soli 6 mesi ha subìto un trapianto di fegato, superando poi rigetti e problematiche, ma senza mai far trasparire un velo di tristezza. Ed è proprio da questa sua forza interiore che papà Luca Foletti e mamma Ramona Irina, attraverso il progetto nato a fine 2018, hanno deciso di aiutare le famiglie dei bambini lungodegenti degli ospedali di Bergamo e Brescia in collaborazione con Amei e EosAps e grazie a cui sono già state garantite abitazioni vicino ai presidi a 3 famiglie per 3 mesi l’una, sono stati forniti 440 pasti, 44 pernottamenti in Casa Ronald, 13 pernottamenti in alberghi, 2 biglietti di andata e ritorno da e verso Napoli. Sabato sera, gli amici di Pedalandoperilsorriso e papà Luca hanno quindi organizzato una cena benefica al “Bar… collo” di Santo Stefano con la quale hanno tirato la volata ai ciclisti che porteranno il messaggio di Lorenzo di tappa in tappa.

«Non possiamo cambiare il pianeta, ma ognuno di noi ha la possibilità di dare il suo contributo – ha spiegato Luca Foletti, originario di Santo Stefano -; il 2020 era partito con tante aspettative, tuttavia come ben sappiamo spesso non possiamo controllare gli eventi della vita, ma abbiamo una grande opportunità, la consapevolezza di controllare le reazioni: possiamo e dobbiamo essere resilienti, che significa non solo rialzarsi, ma avere un’attitudine positiva di fronte agli ostacoli». Proprio come il piccolo Lorenzo che gioca, ride, senza mai smettere di lottare: in piena pandemia, ha superato anche la sindrome di Kawasaki.

I ragazzi di Santo Stefano hanno quindi illustrato la loro “strategia” per arrivare alla meta, fra salite e discese. Quattro gli step: Santo Stefano-Sarzana, Sarzana-Follonica, Follonica Civitavecchia, quindi Roma. Tanto l’allenamento. Pronta l’assistenza tecnica con Gabriele Cipolla e quella medica con Luca Viola, oltre alla collaborazione di Assan. In sella: Nicola e Andrea Spelta e Matia Bernocchi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA