Sant’Angelo, un’associazione ricorderà la vita e il pensiero del dottor Bertolotti
Il vescovo alla celebrazione nel corso della quale è stata annunciata la nascita di un’associazione che sarà dedicata al pensiero e alle opere di Bertolotti

Sant’Angelo, un’associazione ricorderà la vita e il pensiero del dottor Bertolotti

L’annuncia in Basilica in ocacsioen del 15° anniversario della scomparsa del ginecologo barasino

Nasce l’Associazione Giancarlo Bertolotti: l’atto costitutivo sarà venerdì 13 novembre a Lodi. Ad annunciarlo, nel 15esimo anniversario della morte di Bertolotti, è stato monsignor Ermanno Livraghi, parroco della parrocchia dei Santi Antonio Abate e Francesca Cabrini di Sant’Angelo in ocacsioen della Messa in ricordo celebrata domenica sera alla presenza del vescovo di Lodi monsignor Maurizio Malvestiti.

La causa di beatificazione di Bertolotti intanto procede: «I censori teologi - ha confermato il cancelliere vescovile monsignor Bernardelli - hanno rimesso le loro valutazioni e il vescovo ha ricevuto il loro giuramento nel febbraio scorso, mentre la commissione degli esperti storici sta concludendo il proprio lavoro. I testimoni sono stati tutti ascoltati. Tutto questo materiale adesso passerà all’avvocato del diavolo, tecnicamente il “promotore di giustizia”. Poi la causa a livello diocesano sarà terminata. Credo che il prossimo anno in questa circostanza si potrà sigillare tutto il materiale e inviarlo alla Congregazione dei santi a Roma. Poi ci sarà lo spazio della preghiera per chiedere il miracolo perché la via per la beatificazione sia sgombra dalla difficoltà».

Sul servo di Dio, ha affermato il vescovo: «Attendiamo che sia esaltato per la sua esemplarità e di averlo come nostro intercessore». Monsignor Malvestiti l’ha definito «medico credente, diligente, competente e tanto caritatevole, con capacità relazionali sorprendenti. Si spese - ha proseguito - affinché ad ogni nuova vita che si accendeva nel grembo materno non venisse preclusa la luce del mondo. Gli stava tanto a cuore la cultura della vita».


© RIPRODUZIONE RISERVATA