SANT’ANGELO Maxi razzia notturna all’Md: via venti televisori al plasma
La precedente razzia alla galleria “Le Torri”: nel mirino finì il bancomat

SANT’ANGELO Maxi razzia notturna all’Md: via venti televisori al plasma

In azione un commando a volto coperto che ha sfondato la vetrata con un palo

Un commando a volto coperto ha assaltato il supermercato MD al centro commerciale “Le Torri” di Sant’Angelo, sabato notte intorno alle 3, facendo sparire una ventina di televisori al plasma, phon e altri elettrodomestici. Da una prima ricostruzione dei fatti i ladri sarebbero entrati dal cancellone sul retro, quindi si sono diretti verso la vetrata e l’hanno sfondata con un palo usato come ariete. Immediatamente è scattato l’allarme e si sono accese le luci che hanno illuminato il piazzale “a giorno”, ma il rischio di essere scoperti non ha scoraggiato i malviventi, che sono sgattaiolati velocemente all’interno e hanno iniziato a prelevare gli scatoloni contenenti le tv al plasma e gli elettrodomestici più leggeri e facilmente trasportabili, accatastando la refurtiva vicino al muretto di cinta che separa l’area commerciale dai campi. Dov’erano pronti i complici, almeno 3-4 persone appostate dall’altra parte, per afferrare la merce, caricarla su un furgone e fuggire. Le telecamere di videosorveglianza delle “Torri” hanno ripreso l’intera “operazione” durata non più di cinque minuti. Dalle registrazioni si vedono i componenti della banda all’interno del piazzale mentre lanciano gli scatoloni ai “complici” oltre il confine, quindi, caricata la refurtiva sul mezzo, il commando scompare nel buio. «Sicuramente è gente esperta, dovevano essere piuttosto attrezzati – commenta Alberto Bertoli, amministratore della galleria commerciale “Le Torri” -. L’area è videosorvegliata e si vedono 7-8 persone tutte con il volto coperto. I carabinieri hanno già in mano tutta la documentazione». Il raid di sabato notte non è il primo alla galleria, ma per risalire al precedente atto criminoso bisogna tornare a ottobre 2019, quando ignoti fecero saltare il bancomat della filiale Centropadana infilando una linguetta con dell’esplosivo nell’erogatore delle banconote. Il colpo fruttò ai ladri 30mila euro, i soldi contenuti nel cassetto. A seguito del colpo il bancomat è stato sostituito con uno di ultima generazione provvisto della bocchetta sputa-soldi a triplice mandata, impossibile da far esplodere. L’ammontare del colpo all’MD è in fase di accertamento.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA