Sant’Angelo, cantiere infinito per la piscina scoperta: l’apertura estiva è ancora un rebus

Sant’Angelo, cantiere infinito per la piscina scoperta: l’apertura estiva è ancora un rebus

Il sindaco Villa è fiducioso: «Magari a luglio inoltrato, ma verrà messo a disposizione degli utenti»

A giugno inoltrato, resta ancora un rebus il destino della piscina comunale esterna di Sant’Angelo. Da un lato arriva il grido d’allarme di Roberto Del Bianco, presidente di Nuotatori Milanesi («Il rischio, a questo punto, è di perdere un’altra stagione e per noi sarebbe gravissimo»), dall’altro proprio ieri mattina il sindaco Maurizio Villa ha effettuato un sopralluogo e nel pomeriggio ha chiarito: «Manca un mese di lavoro, la piscina aprirà, magari a luglio inoltrato, ma come amministrazione faremo di tutto per consegnare l’impianto al gestore per l’apertura nell’estate 2020».

Il lido estivo della città di Sant’Angelo è chiuso da anni: risale al 2013 lo stop a nuotate e tuffi a cielo aperto nelle vasche esterne, causato da un pesante ammaloramento dell’impianto idrico e di filtrazione. Gli interventi erano stati stimati inizialmente in 270mila euro, ma il progetto della precedente amministrazione non era andato in porto. Alle elezioni comunali 2016, proprio la piscina era diventata il cavallo di battaglia dell’attuale sindaco Maurizio Villa e della coalizione Lega-Forza Italia-Un ponte per Unire


© RIPRODUZIONE RISERVATA