Santa Chiara, partono le proteste

Santa Chiara, resta il muro contro muro: i lavoratori della casa di riposo di Lodi ribadiscono la loro netta contrarietà al progetto della Fondazione e riuniti in assemblea decidono una serie di mobilitazioni anche clamorose, con l’obiettivo di “esportare” la loro protesta in tutto il Lodigiano. E intanto con l’appoggio delle organizzazioni sindacali decidono di autotassarsi in vista della battaglia legale che dovranno affrontare.

Si comincerà con lo sciopero della mensa a partire dal 21 febbraio, il 1 marzo si terrà un corteo di auto per i comuni lodigiani, con termine previsto in piazza della Vittoria a Lodi.

Verrà anche organizzata un’assemblea pubblica a Lodi con invitati tutti i politici del Lodigiano: al termine di questi appuntamenti si terrà una fiaccolata per le vie del capoluogo.

Martedì 18 febbraio sul Cittadino un’altra pagina dedicata alla vicenda di Santa Chiara


© RIPRODUZIONE RISERVATA