Sanità in lutto per la dottoressa Oleari

Sanità in lutto per la dottoressa Oleari

I funerali saranno celebrati sabato 26 ottobre, nella chiesa di Corte Palasio

Saranno sabato 26 ottobre, alle 10, nella chiesa di Corte Palasio, i funerali dell’anestesista e medico della terapia del dolore dell’ospedale di Lodi, Giuseppina Oleari. La dottoressa è scomparsa, a causa di un grave tumore al polmone, all’età di 67 anni, giovedì sera, intorno alle 21. Il medico, che lascia due figli e una sorella, era ricoverata da un giorno all’hospice di Casale. La malattia se l’è portata via in un mese e numerosi sono stati i messaggi di cordoglio arrivati dai suoi colleghi.

«Ha dedicato la sua vita ad alleviare le sofferenze degli altri», commenta il responsabile dell’ambulatorio di terapia del dolore Gianluca Russo. Scosso dalla notizia anche Domenico Furiosi, che aveva lavorato prima di Russo al suo fianco.

«Era di una meticolosità incredibile - spiega Furiosi -, una metodicità che faceva la differenza. Sempre presente in ambulatorio, senza mai perdere un colpo, sapeva condividere con i suoi pazienti la loro fatica emotiva. Ero andato un mese fa a trovarla, al lavoro, e adesso è arrivata questa notizia. Sono sconcertato». I fondi raccolti in suo ricordo, in questi giorni e in occasione della cerimonia funebre, saranno destinati, per sua volontà, all’Alao (Associazione lodigiana amici di oncologia). L’associazione, infatti, era stata vicina alla famiglia in occasione della malattia del marito della dottoressa.

«Era una persona straordinaria - commenta la presidente dell’Alao Carla Bertani Allegri -, di una sensibilità incredibile; ho avuto la fortuna di conoscerla tramite la presenza dell’associazione in ospedale. Sento che mi è venuta a mancare un’amica».

«La ricordo come una presenza costante, laboriosa e concreta - annota il capodipartimento Enrico Storti -. Era una dottoressa molto dedita ai suoi pazienti. Questi la amavano per la sua umanità, oltre che per la sua competenza professionale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA