San Martino ricorda i nonni
Il sindaco e Taravella

San Martino ricorda i nonni

Una targa all’ingresso della scuola

È stata inaugurata ieri mattina, sabato 18 ottobre, all’ingresso della scuola primaria di San Martino la targa dedicata ai nonni e alle nonne. Il progetto, che si compone anche di attività e lavori svolti dagli studenti, vede coinvolti il Comune, l’Unitre appunto e l’Auser, con il supporto della Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi. «Alla targa (impreziosita dal disegno dell’artista Teodoro Cotugno, ndr) abbiamo aggiunto un’ultima frase rispetto a quanto già c’era. È stato scritto infatti “vittime principali della pandemia da coronavirus 2020”. Sì, perché oltre a tante vite spezzate, il Covid19 ha portato tanta sofferenza nei nonni data dal distanziamento ed in termini affettivi» ha ricordato anche durante il suo intervento Stefano Taravella, direttore Unitre Lodi. «Riconoscere la loro importanza è un dovere oltre che un dato di fatto. Si occupano dei nipoti, ma li ritroviamo anche a tinteggiare da volontari le scuole, a dare decoro al paese, ad aiutare persone non autosufficienti. La scelta di posizionare la targa qui non è casuale» queste invece alcune delle parole del sindaco Andrea Torza. All’inaugurazione, a ranghi ridotti vista l’emergenza sanitaria, hanno partecipato tra gli altri anche il parroco don Davide Chioda, il vicesindaco Paola Galimberti, il consigliere comunale Angelo Gazzola e il consigliere nazionale Unitre Pietro Cappella.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 19 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA