San Giuliano, il processo svela i retroscena dell’omicidio di Lulijeta
Fiori e peluche portati sul luogo dell’omicidio

San Giuliano, il processo svela i retroscena dell’omicidio di Lulijeta

Dopo una prima lite fatta di parole l’imputato, rimasto a piedi avendo perso il bus, si è ubriacato ed è tornato sui suoi passi

Lulijeta Heshta è stata ammazzata perché il suo ex convivente ha perso l’autobus che lo avrebbe riportato a Milano: anche questo è emerso dalle indagini dei carabinieri di San Donato sul femminicidio del 7 febbraio lungo la strada provinciale Binasca a Pedriano. Ieri mattina innanzi al collegio della corte d’assise di Milano presieduto da Ilio Mannucci Pacini si è aperto il processo a carico di Alfred Kipe, 43 anni che rischia l’ergastolo per omicidio volontario aggravato dalla relazione sentimentale con la vittima. Prossima udienza a metà novembre. La ricostruzione dei fatti ha portato il pm lodigiano Antonella Dipinto a non contestare la premeditazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA