SAN GIULIANO Chiude il rifugio, 150 cani in cerca di una nuova casa
L’invbiato di «Striscia la Notizia»

SAN GIULIANO Chiude il rifugio, 150 cani in cerca di una nuova casa

Dopo lo sfratto, da marzo il gestore dovrà lasciare gli spazi di cascina Santa Brera

Centocinquanta cani in cerca di casa. Entro il 31 marzo il rifugio gestito dall’associazione Pet Rescue Italia, presso la cascina Santa Brera di San Giuliano, dovrà chiudere i battenti e tutti gli amici a quattro zampe ricoverati dovranno trovare una nuova sistemazione. Una vera e proprio spada di Damocle che pende sul sodalizio che si è attivato per salvaguardare gli animali, chiedendo aiuto a «Striscia la Notizia».. «L’Ats ( Agenzia per la tutela della salute , ndr) ci ha intimato di lasciare la struttura e trasferire tutti i nostri cani entro il 31 dicembre - fa sapere Gianluca Maletti, presidente di Pet Rescue -. Abbiamo impugnato l’atto e ci è stata comunicata la proroga dei termini al 31 marzo». Una corsa contro il tempo, ma soprattutto un danno a un servizio apprezzato, che permetteva il recupero, l’assistenza e la rieducazione di cani randagi e abbandonati. Le cause? La procedura di sfratto avviata dalla società proprietaria dell’immobile e la persistenza di costruzioni abusive di parte dell’edificio che ospita gli stalli dei cani.

«Noi siamo in subaffitto nella cascina e non eravamo a conoscenza di alcun abuso edilizio – sottolinea Maletti -. Se lo avessimo saputo, tre anni fa, non avremmo avviato le procedure per aprire il rifugio qui. Purtroppo, a pagarne il prezzo più alto sono i cani che noi accudiamo».

Ora l’obiettivo è trovare un’adozione per più di cento cani, mentre altri, che sono seguiti con corsi comportamentali, dovranno essere ricollocati presso altre strutture.


© RIPRODUZIONE RISERVATA