SAN GIULIANO Altro che caffè, il bar era diventato un crocevia dello spaccio
La polizia locale ha schierato gli agenti in borghese per poi entrare in azione e fermare lo spaccio di droga

SAN GIULIANO Altro che caffè, il bar era diventato un crocevia dello spaccio

Denunciati due spacciatori, sono stati i residenti ad accorgersi dei movimenti sospetti. Il titolare del locale era all’oscuro 

Due pusher usavano un bar, all’insaputa del suo proprietario, per incontrare i loro clienti. Cocaina in cambio di soldi che venivano “incassati” in via Fratelli Cervi fuori dal locale. Un giro di droga che è stato scoperto dalla polizia locale che ha denunciato un 20enne tunisino dalla fedina penale immacolata e un 44enne marocchino con una lunga serie di reati per possesso ai fini di spaccio di stupefacenti e contro il patrimonio. Ad indirizzare l’attività investigativa degli agenti sono state varie segnalazioni degli abitanti accortisi di movimenti sospetti e “scambi” di soldi fuori dal bar. Ecco perché, nel pomeriggio di venerdì, la polizia locale ha schierato i suoi uomini in borghese.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola mercoledì 3 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA