SAN GIULIANO Al bar ma senza green pass, scatta la multa da 1.200 euro
La polizia locale di San Giuliano effettua regolarmente dei controlli per il rispetto delle norme anti-Covid

SAN GIULIANO Al bar ma senza green pass, scatta la multa da 1.200 euro

Sanzionati due milanesi e l’esercente, serrati i controlli della polizia locale

Si sono seduti in un bar di San Giuliano a mangiare un panino senza avere il green pass: nei confronti dei due avventori, entrambi residenti a Milano, gli agenti della polizia locale hanno elevato una multa da 400 euro ciascuno. Un’altra sanzione dello stesso calibro è stata comminata anche all’esercente del territorio il quale prima di fare accomodare nel proprio locale i due clienti non aveva verificato che fossero in possesso del certificato verde come prevede la normativa anti-contagio.

Proseguono dunque a ritmo serrato gli accertamenti coordinati dal comandante Umberto Trope riguardanti il rispetto delle regole tese al contenimento dell’epidemia.

Nel caso specifico il blitz, che è costato caro a coloro che hanno violato i provvedimenti in vigore, rientra tra gli accertamenti appositamente dedicati alle regole anti-Covid che si sono tenuti nei giorni del 5 e del 6 gennaio in cui a San Giuliano sono stati condotti ben 150 controlli sui mezzi di trasporto pubblico locale e altri 44 negli esercizi commerciali. Un’attività che per tre giorni alla settimana vede impiegati 4 agenti che per 4 ore consecutive, in diverse fasce orarie, girano a bordo di due pattuglie per fermarsi davanti ad una serie di insegne e per controllare che i viaggiatori dei bus siano in regola.

Sull’onda del lavoro fatto sino ad ora, l’attività proseguirà dunque senza tregua nei prossimi giorni sulla base di un articolato piano che è ripartito con la conclusione del periodo festivo in cui la città è tornata a funzionare a pieno regime nei giorni in cui la variante Omicron sta dilagando.

Una situazione che potrebbe richiedere anche delle ulteriori restrizioni, sulla base dei parametri definiti nell’ambito delle diverse fasce di colore, che sono attualmente al vaglio di Regioni e Governo, a cui seguiranno poi le indicazioni della prefettura riguardo la suddivisioni dei ruoli tra le forze dell’ordine riguardanti gli accertamenti a cui verrà data comunque continuità.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA