SAN DONATO Vaccini nelle aziende: Snam e Saipem hanno iniziato la raccolta delle adesioni
La Snam ha iniziato a raccogliere adesioni al vaccino fra i dipendenti

SAN DONATO Vaccini nelle aziende: Snam e Saipem hanno iniziato la raccolta delle adesioni

All’Eni la campagna non partirà prima di fine maggio-inizio giugno

Giulia Cerboni

Al via i preparativi per le campagne vaccinali anti-Covid nelle grandi aziende di San Donato: Snam e Saipem hanno iniziato a raccogliere le adesioni dei dipendenti. Mentre Eni ha diramato nei giorni scorsi un avviso destinato ai suoi circa 10mila lavoratori impegnati sul territorio invitandoli comunque ad aderire al programma della Regione, che è scaglionato per fragilità e per fasce di età, e con l’occasione ha ricordato che il piano aziendale dei vaccini è di supporto all’attività condotta dalle realtà pubbliche e che risente comunque della disponibilità di dosi. Inoltre è stato reso noto che alla luce anche degli ultimi sviluppi - sulla base dei quali ad esempio in molte Regioni AstraZeneca viene utilizzato solo per le seconde dosi -, l’inoculazione del siero agli impiegati del cane a sei zampe non potrà avvenire prima del periodo tra fine maggio e i primi giugno. In realtà nemmeno i mille lavoratori di Snam e i circa 3mila di Saipem sino ad ora sono stati messi al corrente della data in cui inizierà la somministrazione. Insomma, resta valida la volontà dei colossi sandonatesi di farsi parte attiva per immunizzare il proprio personale, ma la partita è appesa alla fornitura degli antidoti al virus che è del resto lo stesso enigma che coinvolge il resto della popolazione in attesa del proprio turno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA