SAN DONATO Tamponi “drive” al Policlinico: su appuntamento e seduti al volante
La struttura allestita all’esterno del Policlinico per effettuare i tamponi

SAN DONATO Tamponi “drive” al Policlinico: su appuntamento e seduti al volante

Il servizio utilizzato dai viaggiatori in arrivo a Linate e dai pazienti che necessitano di pre-ricovero

Presso il Policlinico San Donato i tamponi Covid si possono fare stando seduti al volante della propria macchina. Sono già un migliaio i pazienti che hanno testato l’ormai rodato sistema “Drive through” dirigendosi nell’area esterna del Pronto soccorso, facilmente raggiungibile attraverso un percorso guidato dalle indicazioni, appositamente adibita a questa attività. Il servizio, collocato in una struttura all’aperto, prevede un appuntamento che viene fissato in determinate fasce orarie ed è ad esempio rivolto ai casi di pre-ricovero, nonché ai privati che decidono di sottoporsi al tampone a pagamento.

Tutti cittadini hanno colto con favore la possibilità di procedere in modo veloce senza sostare all’interno di spazi chiusi. Inoltre nell’ultimo mese l’opportunità del test effettuato direttamente dal finestrino della vettura è stata utilizzata da coloro che sono sbarcati a Linate dai Paesi considerati a rischio per l’elevato numero di contagi sulla base della lista in continuo aggiornamento, a cui è stata appena aggiunta anche la Francia. Stanchi del viaggio, al posto di mettersi in fila all’aeroporto davanti all’area dove si trovano gli operatori del Policlinico San Donato, i cittadini scelgono l’alternativa di recarsi entro le successive 48 ore presso il nosocomio.

In totale dal 21 agosto, in cui è entrata in vigore l’ordinanza, sono già 2300 i passeggeri “testati” dal Gruppo San Donato (con l’1 per cento di positivi) tra coloro che hanno scelto di sottoporsi alla procedura sanitaria direttamente dopo lo sbarco e quelli invece che si sono recati presso l’ospedale scegliendo la formula “drive”. Intanto prosegue ininterrottamente anche l’attività del Pronto soccorso dove da luglio è stato effettuato un migliaio di tamponi con un indice di positività che si attesta sempre intorno all’1 per cento. Numerosi pazienti sono infatti arrivati nel reparto dell’emergenza accusando sintomi simili al Covid, ma in realtà erano affetti da altre patologie e pertanto sono tornati a casa rasserenati dal tampone negativo. Altra partita riguarda i 1.150 test sierologici - in gran parte legati alle convenzioni strette con le aziende del territorio -, dai quali per il momento è emerso che il tasso di persone venute a contatto con il virus è pari allo 0,4 per cento. E anche il trend delle ultime settimane presso il Policlinico San Donato per il momento non ha registrato alcun incremento di pazienti positivi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA