SAN DONATO La Croce rossa si prepara ad assistere i senzatetto
Gli operatori della Croce rossa per la strada

SAN DONATO La Croce rossa si prepara ad assistere i senzatetto

Con l’arrivo dell’inverno gli operatori scenderanno in strada per aiutare i clochard

A San Donato ci sono cinque clochard che dormono in strada e ricevono ogni settimana il conforto degli operatori della Croce rossa: l’associazione si sta preparando a intervenire sull’emergenza freddo. Quest’anno presso il comitato locale arriveranno per la prima volta anche i rinforzi dalla Croce nazionale che invierà del materiale, come coperte e sacchi a pelo, per consentire ai volontari di raggiungere, nella stagione in assoluto più difficile, il maggior numero possibile di senzatetto del Sudmilano. Del resto il gruppo di instancabili “angeli” nel 2020 ha compiuto ben 300 tappe di fronte a persone, perlopiù uomini, che pernottano nel Sudmilano sotto dei ripari di fortuna. Proprio nei mesi segnati dal Covid, quando le città erano deserte per i lockdown, gli operatori erano impegnati a raggiungere chi stava attraversando le peggiori traversie.

Si prospetta in ogni caso un inverno che per i senzatetto della zona dovrebbe essere meno difficile rispetto a quello del 2020 in quanto dovrebbe riaprire anche Casa Zaccheo - la struttura di accoglienza collocata presso la ex casa parrocchiale di San Donato Martire -, sebbene a seguito delle regole sul distanziamento in vigore non si sappia ancora se l’immobile potrà ospitare come in passato 10 uomini o se la ripartenza, dopo la pausa forza dell’anno scorsa, preveda un progetto di dimensioni più contenute.


© RIPRODUZIONE RISERVATA