SAN COLOMBANO Investiti e uccisi due piccoli cinghiali, auto danneggiata
Cinghiali nelle campagne lodigiane (archivio)

SAN COLOMBANO Investiti e uccisi due piccoli cinghiali, auto danneggiata

Nonostante la bassa velocità l’autista non è riuscito a evitarli, sfasciato il radiatore della vettura

All’improvviso si ritrova davanti l’auto due cinghiali nel bel mezzo della carreggiata e nonostante la bassa velocità e la frenata tempestiva non riesce a evitarli.

Disavventura e radiatore dell’automobile sfasciato lunedì sera per un 27enne di San Colombano al Lambro che ha investito, uccidendoli due piccoli cinghiali sulla strada provinciale 234, all’altezza di Cascina Oca.

L’incidente è avvenuto alle 21,30 circa. «Per fortuna stavo procedendo a velocità ridotta, ma quando mi sono apparsi davanti erano a 5 o 6 metri, l’impatto è stato inevitabile – spiega l’automobilista dopo la brutta esperienza -. La fortuna è che si trattava di due esemplari molto giovani, tra i 15 e i 20 chilogrammi di peso. L’impatto non è stato particolarmente violento, io non ho riportato ferite, e l’auto ha avuto danni, piuttosto pesanti, ma solo al radiatore. Nei cespugli a lato della strada, appena accaduto l’incidente, si sentivano chiaramente rumori di altri cinghiali presenti. A me è andata bene, ho subito avvisato i carabinieri e il carro attrezzi e ho atteso».

Proprio la dimensione dei cinghiali, infatti, ha fatto in modo che uno dei due si incastrasse nel radiatore della Peugeot 208. Per estrarlo dall’auto, è stata necessaria oltre un’ora di lavoro, prima di poter rimuovere l’auto dalla strada. I carabinieri hanno provveduto a stilare una relazione di servizio. «In caso di incidente con animali selvatici è importante poterlo dimostrare, e per questo è necessario avvisare tempestivamente i carabinieri per i rilievi – racconta il 27enne -. Io produrrò tutta la documentazione alla Regione Lombardia per il risarcimento del danno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA