SAN COLOMBANO Indagine per omicidio colposo sulla morte di Michael Magli
Il ricordo di Michael per i suoi 23 anni

SAN COLOMBANO Indagine per omicidio colposo sulla morte di Michael Magli

Il 22enne finì fuori strada di notte e fu ritrovato la mattina successiva

C’è un’inchiesta per omicidio colposo aperta dalla Procura di Lodi per la morte di Michael Magli, il 22enne di San Colombano finito fuori strada di notte e trovato senza vita la mattina dopo dentro una roggia alla curva della Porchirola sulla provinciale 19 nel settembre 2020. Il fascicolo d’indagine, in capo al sostituto procuratore Antonella Dipinto, è aperto nel registro ignoti con l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Non sono noti altri dettagli. La famiglia nel novembre dell’anno scorso aveva portato un lungo e documentato esposto in Tribunale, chiedendo che si indagasse su quanto accaduto e sulla reale dinamica dell’incidente. La famiglia ha sempre contestato il modo in cui fu trattato il caso nell’immediatezza del ritrovamento.

Nella notte del 22 settembre Michael, mentre tornava verso San Colombano, uscì di strada alla curva della Porchirola, all’epoca non protetta da guard-rail, e con la sua auto si ribaltò nella roggia. Nonostante all’alba, dopo non averlo visto rincasare, i familiari avessero iniziato a cercarlo, non fu ritrovato fino a metà mattina perché l’auto era dentro il fosso, completamente nascosta da un manufatto idraulico. Recuperato il corpo, non fu disposta autopsia né si ritenne di indagare sui motivi dell’uscita di strada.

Ma la famiglia ha cominciato da subito una battaglia privata, con striscioni esposti sul punto dell’uscita di strada, richieste di incontri e spiegazioni agli enti, alla provincia di Lodi proprietaria della strada.

Approfondisci l'argomento sulla copia digitale de Il Cittadino

© RIPRODUZIONE RISERVATA