San Bassiano, a Lodi inizia la festa

Lunga processione di fedeli per rendere omaggio al patrono. In attesa della ricorrenza del 19 gennaio, festa di San Bassiano, sono già cominciati i momenti di devozione in cattedrale, dove nella cripta è stata esposta l’urna con le spoglie del santo. Ieri mattina in duomo è stata celebrata una liturgia per le scuole diocesane, avvio di una serie di cerimonie che partiranno questa sera, con la veglia in duomo. Alle 21 ci sarà una Messa, presieduta dall’arcivescovo Piero Marini, presidente del Pontificio comitato per i congressi eucaristici internazionali. Tutte le manifestazioni entreranno poi nel vivo domani. La “macchina” organizzativa scatterà alle 9.30, quando le massime autorità del territorio saranno ricevute in municipio per i saluti ufficiali. A seguire ci sarà un corteo che scenderà le scalinate del Broletto, preceduto dai figuranti della Pro loco in costume d’epoca che porteranno i doni della terra e del fiume da offrire in duomo. E alle 10 si terranno gli attesi discorsi, nella cripta della cattedrale, da parte del sindaco di Lodi, Lorenzo Guerini, e del Vescovo di Lodi, monsignor Giuseppe Merisi. Dopo circa mezz’ora avrà inizio il pontificale, la funzione religiosa che sarà presieduta dall’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola. Al termine della liturgia, i portici del municipio si riempiranno di tanti cittadini, che affamati aspetteranno la consegna della trippa, una tradizione che va avanti da decenni ed è organizzata dal presidente della Pro loco, Luigi Schiavini. Dalla mattina, in piazza della Vittoria si svolgerà anche la tradizionale fiera di San Bassiano, con 88 espositori dislocati sul perimetro e lungo la diagonale della piazza, tra i quali avranno un ruolo importante i banchi di vendita dei filson di castagne. Infine nel pomeriggio (sotto il Broletto, ore 15), avverrà la distribuzione di vin brulé, tè, cioccolata, raspadura e tortionata da parte degli alpini. E alle 17 (al Teatro alle Vigne) si terrà la “Giornata della riconoscenza”, nella quale la giunta comunale assegnerà le benemerenze civiche. Sono in tutto 13 le onorificenze, di cui 8 medaglie d’oro, 4 attestati e un riconoscimento speciale. Durante la cerimonia, la Familia Ludesana assegnerà il Fanfullino 2012 (massimo premio cittadino), che verrà attribuito ad Alessandro Carrera, scrittore lodigiano e insegnante di Houston, in Texas, autore di importanti pubblicazioni tra cui una biografia di Bob Dylan. In questi giorni è stato in più sistemato sulla sommità del torrione del castello un nuovo vessillo con i colori della municipalità (croce rossa in campo giallo), in sostituzione di quello esistente, ormai piuttosto deteriorato. È la bandiera di Lodi, che preannuncia i grandi festeggiamenti per il patrono del capoluogo e di tutta la diocesi. Intanto, dagli uffici della sede territoriale di Lodi di regione Lombardia (via Haussmann 7), fanno sapere che gli stessi rimarranno chiusi in occasione della ricorrenza del patrono della città e della diocesi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA