S. Giuliano, c’è una societàpronta a rilevare Genia

C’è un investitore interessato ad acquisire Genia. La proposta rivolta al prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi e al commissario che ha in mano le redini del comune è stata formalmente inoltrata da un istituto di credito. Nella missiva protocollata, si legge: «Detta società (ovvero Genia) potrebbe essere d’interesse per un’ipotesi di offerta di acquisto parziale o totale da parte dei nostri operatori in settori omologhi. Al fine di poter valutare la concreta possibilità di determinare la predetta offerta, che ci è sembrato capire, può essere di interesse della proprietà comunale, siamo a chiederle un incontro nel merito con la necessaria riservatezza, almeno in questa prima fase valutativa». Il documento, che potrebbe fornire un’alternativa di sbocco alla complessa partita riguardo le sorti della società pubblica, è datato 7 marzo. A questo punto, è iniziato il conto alla rovescia. Il promotore attende un riscontro per conto dei propri clienti, su cui vige naturalmente il più totale riserbo. Naturalmente non si parla si cifre, in quanto la negoziazione non è ancora iniziata. È certo, che la notizia di possibili imprenditori pronti a prendere in mano le redini della multiservizi, era già circolata nelle scorse settimane. Le stesse Rsu avevano lamentato che la proprietà, ovvero l’ente locale, non aveva nemmeno preso in considerazione l’ipotesi di valutare se ci potessero essere delle manifestazioni di interesse. Oltre alla curiosità di sapere chi c’è dietro le quinte, si apre anche qualche interrogativo riguardo gli eventuali sviluppi. A questo punto infatti il processo di smantellamento è iniziato, sebbene la principale delibera riguardante lo scioglimento delle consociate sia stata impugnata davanti al Tar (Tribunale amministrativo regionale) dai vertici della società.


© RIPRODUZIONE RISERVATA