Roberta come Angelina Jolie: a rischio tumore, si è fatta operare

Roberta come Angelina Jolie: a rischio tumore, si è fatta operare

La 47enne di Tavazzano dopo l’intervento corre per finanziare la ricerca scientifica

Il nome è Roberta Giammara. L’età, 47 anni. Se ha una “gemella” questa è Angelina Jolie. Come l’attrice americana, infatti, per il timore di ammalarsi, Giammara ha rinunciato alle ovaie, alle tube e anche al seno. A fronte di una mutazione genetica e di altri casi di cancro in famiglia, la donna di Tavazzano ha deciso di farsi operare. L’oncologia oggi sta andando in questa direzione. La storia di Giammara, che adesso fa parte delle pink runner della Fondazione Umberto Veronesi per promuovere la prevenzione e la ricerca scientifica, è stata complicata fin dall’inizio.

Nel 2016 Giammara ha scoperto di avere una mutazione del gene Brca 2 che aumenta di molto il rischio di essere colpiti da un tumore, soprattutto al seno e alle ovaie.

«Così - racconta - sono entrata in un programma di sorveglianza. Facevo gli esami di controllo e il mio ginecologo mi consigliava di asportare ovaie e utero. Io non mi decidevo, fino a quando, nel 2017, in seguito agli esami, ho visto che il livello di un marker tumorale si era alzato». E a questo punto è arrivato la decisione. «Era il 29 gennaio del 2018. Ho tolto ovaie e tube. Durante la visita senologica all’Humanitas, poi qualche mese dopo, la dottoressa mi ha spiegato, cosa che aveva già fatto prima, ma senza che io accettassi, che sarebbe stato meglio togliere anche il seno: la mia mammella era troppo complessa, non sarebbe stato facile scoprire il tumore. Allora, esattamente un anno dopo dal primo intervento, mi sono sottoposta alla mastectomia bilaterale». Nonostante la fatica di togliere tutto, Giammara è convinta di quello che ha fatto. La ripresa dopo l’operazione è stata rapida. A maggio del 2018, la donna è diventata esponente della campagna di prevenzione “Pink is good”, rosa è un bene.


© RIPRODUZIONE RISERVATA