Rischio ritardo per i vaccini, quattro sindaci scrivono all’Asst
Il sindaco di Montanaso Luca Ferrari

Rischio ritardo per i vaccini, quattro sindaci scrivono all’Asst

Preoccupazione per il probabile slittamento di una campagna che a Montanaso, Cervignano, Mulazzano e Sordio era già stata predisposta quest’estate con inizio a partire dal 21 novembre

Sembra partire a singhiozzo la campagna vaccinale per la stagione 2020/21 e, dopo i ritardi accumulati a causa della pandemia, torna a destare nuovi problemi da risolvere. A tal proposito i sindaci di Montanaso, Cervignano, Mulazzano e Sordio fanno sentire la loro voce con una lettera indirizzata all’Asst, al direttore di distretto e al direttore generale. Una campagna attesissima dai cittadini per una prevenzione influenzale ai tempi del Covid, in particolare delle categorie a rischio, con patologie croniche e over 65.

Prevista in due sessioni, il 21 e il 28 novembre, i Comuni dei Montanaso, Cervignano, Mulazzano e Sordio sono all’opera ormai da luglio per la programmazione del progetto di vaccinazioni a tappeto e ora hanno visto slittare ulteriormente la data in calendario.

«Con una comunicazione scritta, l’Asst ci ha comunicato che le dosi sono previste in consegna dal 18 novembre - spiega Luca Ferrari, sindaco di Montanaso - e, con i tempi logistici legati alla distribuzione, sarebbero disponibili per le vaccinazioni a partire dal 23 novembre. Un ritardo a cui stiamo chiedendo una soluzione» ha proseguito il primo cittadino che, insieme ai sindaci di Cervignano, Mulazzano e Sordio ha inviato una pec per sollecitare la consegna nei tempi previsti. «La macchina organizzativa è in moto da mesi - commenta Ferrari - per cui abbiamo predisposto le sedi, attivato il personale e anche i medici di medicina generale sono a disposizione il 21 novembre per una prima sessione di vaccinazioni. Confidiamo nella collaborazione dell’Asst».

E anche a Sordio tutto è pronto con una tabella stilata per nome e precise fasce orarie: i pazienti della dottoressa Chiara Mariani, attesi a seconda della lettera con cui inizia il loro cognome, erano in programma per il vaccino sabato 21 e sabato 28 novembre nella sala consiliare. Come accaduto per lo screening sierologico anche per la vaccinazione saranno in servizio i volontari della Pro Loco di Sordio per regolare le entrate e la rilevazione della temperatura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA