Raid in villa durante il giorno a Casalmaiocco, ma il vicino fa scappare i ladri
Dopo l’allarme dei residenti a Casalmaiocco è intervenuta la pattuglia della polizia locale (archivio)

Raid in villa durante il giorno a Casalmaiocco, ma il vicino fa scappare i ladri

In tre sono entrati in azione martedì poco prima di mezzogiorno tra via Padova e via Ancona

Un altro furto ancora che si è consumato alla luce del sole: presa di mira, nella mattinata di ieri, una villetta a schiera di testa in località Madonnina, frazione di Casalmaiocco, ad angolo tra le via Padova e Ancona. In tre i malviventi che hanno messo in atto il colpo in pieno giorno, alle 11,20 del mattino di un giorno feriale: in due sono penetrati nell’abitazione privata forzando la porta finestra della cucina dell’abitazione sprovvista di sistema di allarme, mentre il complice faceva il “palo” in giardino.

A dare l’allarme, il vicino di casa di settantacinque anni di età che era uscito a fumare una sigaretta e ha notato l’individuo sospetto in giardino: sorpresi dalle sue urla, i ladri si sono dati subito alla fuga ma senza bottino: «Secondo una prima ricostruzione dei fatti da parte del padrone di casa, non sono stati sottratti né gioielli né contanti che sarebbero stati portati via dalla moglie in vacanza in montagna, ma sono state ribaltate sia la camera da letto che la sala» dichiara il comandante della polizia locale dell’Unione nord Lodigiano Antonio Spelta. E, dopo una serie di ruberie avvenute nelle abitazioni dei lodigiani, il comandate ricorda di prestare attenzione, allertando i vicini di casa durante lunghi periodi di assenza in occasione delle vacanze: «Occorre sensibilizzare i vicini di casa che spesso si rivelano sentinelle efficaci in questi casi - dichiara il comandante Spelta -. Oltre a dare l’allarme che ha messo in fuga i malfattori, il proprietario della villetta a fianco è riuscito anche a individuare l’automobile dei malfattori: una berlina bianca».

A intervenite subito sul luogo del crimine, una pattuglia della polizia locale dell’Unione che ha accertato la situazione e individuato la porta finestra scassinata da cui hanno fatto irruzione in casa i malfattori. Sempre più frequenti nel Lodigiano, i furti in abitazioni stanno mettendo un allerta i cittadini con crimini che si consumano anche alla luce del sole: «Più frequenti nella fascia oraria tra le 17 e le 20, le zone più a rischio rimangono le vie più trafficate » conclude il comandante.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA