Puzze nauseanti dalla casa, blitz dei pompieri

Puzze nauseanti dalla casa, blitz dei pompieri

I vigili del fuoco sono intervenuti per bonificare un appartamento di Peschiera: era l’abitazione

della donna trovata senza testa in Svizzera a luglio

Viveri in putrefazione e odori molesti in un condominio di via Umbria a Peschiera Borromeo. Intervengono i vigili del fuoco per bonificare un appartamento disabitato, nel quale dimorava Corinne Schütterle, la 47enne tedesca ritrovata decapitata in un bosco della Svizzera, in circostanze non del tutto chiare. Da quando era stata notificata ufficialmente la sua scomparsa, l’11 giugno scorso, probabilmente nessuno si era preso in carico la gestione della casa di Peschiera. Così, a distanza di diversi mesi, quasi sicuramente a seguito di un black out o al taglio dell’elettricità per il mancato pagamento delle bollette, il frigorifero di Corinne Schütterle ha smesso di funzionare e gli alimenti contenuti al suo interno sono marciti, ammorbando l’aria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA