PROTEZIONE CIVILE Simulato anche un disastro aereo nell’esercitazione dei volontari
Un momento dell’esercitazione avvenuta da venerdì a ieri nel Lodigiano con 67 volontari

PROTEZIONE CIVILE Simulato anche un disastro aereo nell’esercitazione dei volontari

Le prove fra Valera, Massalengo e Vidardo, con l’obiettivo di “affinare” le tecniche di intervento e soccorso

Un’esercitazione della Protezione civile che ha messo in campo 67 volontari compresi tra Unione Nord Lodigiano, Croce Rossa di San Donato Milanese e Associazione volontari specialisti Castiraga, Marudo, Valera odv, organizzatori dell’iniziativa. Una missione lunga tre giorni che ha preso il via venerdì per concludersi ieri con la consegna degli attestati: un’esperienza che ha permesso di testare le competenze pratiche dei gruppi ma anche di consolidare i rapporti tra Protezione civile e personale sanitario, con corde e sistemi di trattenuta che hanno unito le squadre simulando il recupero di feriti.

Otto i Comuni coinvolti nell’esercitazione, che ha previsto un campo base allestito per il consumo dei pasti e il pernottamento presso la palestra comunale di Valera Fratta: «A Marudo abbiamo predisposto gli spazi per accogliere un’area di ammassamento - spiega Claudio Vinci, il referente territoriale dell’unità Avs Cmd -: picchiettando la zona con le misure idonee a ospitare 1200 persone, abbiamo simulato lo sfollamento presso il campo in via Maschinone con tanto di infermeria, cucina e dormitorio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA