Polo di eccellenza dell’Alzheimer a Codogno con i sei nuovi posti accreditati
Il rendering dei nuovi spazi del nucleo Alzheimer che verranno realizzati alla casa di riposo della Fondazione Opere Pie a Codogno

Polo di eccellenza dell’Alzheimer a Codogno con i sei nuovi posti accreditati

La Fondazione Opere Pie darà il via ai lavori nella casa di riposo entro la fine dell’anno

Un polo d’eccellenza e di riferimento per l’Alzheimer in tutta la Bassa e nel Lodigiano. La Fondazione Opere Pie, forte dei sei nuovi posti accreditati da Regione Lombardia, guarda già ai prossimi traguardi: entro la fine dell’anno via ai lavori per la sistemazione del piano rialzato dell’attuale palazzina Rsa per rifare gli ambienti e aprirli al territorio e in particolare alle famiglie Alzheimer. Il nucleo Alzheimer da 21 posti in precedenza era accreditato per 15, ora è andato a completamento con i 6 posti nuovi. «Il riconoscimento dei sei posti accreditati Alzheimer da Regione Lombardia si inserisce in un percorso avviato due anni fa, e che non è ancora concluso – spiega il direttore Giovanni Grecchi -. Abbiamo iniziato con una sistemazione degli spazi con la cromoterapia e con una ricostruzione degli ambienti più familiari agli ospiti per una stimolazione sensoriale controllata. Nel frattempo, abbiamo formato il personale in modo specifico, inserito la figura di uno psicologo specialista, e siamo entrati in rete Alzheimer con l’Azienda socio-sanitaria territoriale di Lodi. Ora il passaggio successivo è il progetto di riqualificazione del piano rialzato dell’attuale palazzina Rsa. L’attuale disposizione sarà cancellata, si creeranno nuovi ambienti più adatti alla socializzazione e altri spazi più riservati per incontri con i familiari. Apriremo uno spazio per un Alzheimer Cafè, e nelle nuove sale faremo formazione sulla gestione dei pazienti Alzheimer e sull’addestramento pratico dei familiari. Il tutto sarà a disposizione anche della Rsa, a partire da un piccolo luogo di culto per cui abbiamo condiviso con la parrocchia le migliori scelte».

Il progetto costa 300mila euro circa, di cui 200mila di Fondazione Opere Pie e 100mila di finanziamento della Fondazione Cariplo. Entro la fine dell’anno si chiuderà la fase amministrativa e partiranno i lavori.

Un altro rendering dei nuovi spazi per il nucleo Alzheimer: i lavori previsti entro la fine dell’anno

Un altro rendering dei nuovi spazi per il nucleo Alzheimer: i lavori previsti entro la fine dell’anno

Un altro rendering dei nuovi spazi per il nucleo Alzheimer: i lavori previsti entro la fine dell’anno


© RIPRODUZIONE RISERVATA