Polizia, il bilancio di un anno al servizio dei lodigiani
L’omaggio ai caduti della Polizia all’interno del cortile della questura di Lodi

Polizia, il bilancio di un anno al servizio dei lodigiani

58 arresti, 52 mila persone e 26 mila e 500 veicoli controllati con oltre 10 mila equipaggi in azione: sabato in questura a Lodi la cerimonia per il 169esimo anniversario della fondazione del corpo

Più di 52 mila persone e 26 mila e 500 veicoli controllati con oltre 10 mila equipaggi impiegati per portare assistenza e fornire la massima sicurezza ai cittadini. Nella giornata del 169esimo anniversario della Fondazione della Polizia di Stato, che cade proprio oggi, sabato 10 aprile, la Questura di Lodi ha fornito i principali dati riguardanti l’attività dal 1 aprile 2020 al 31 marzo 2021. Ad aprire la giornata la cerimonia ristretta a cui ha partecipato, oltre al Questore, Giovanni Di Teodoro, il Prefetto Giuseppe Montella con la deposizione di una corona ai piedi del monumento ai Caduti nel cortile interno della Questura.

Un anno sicuramente complicato vista la pandemia in corso, con l’attività rimodulata ma che ha portato a numerosi traguardi. Oltre ai controlli capillari di routine, la Polizia di Stato ha arrestato in flagranza di reato o in esecuzioni di provvedimenti emanati dall’autorità giudiziaria 58 persone, segnalandone 67 quali assuntori e indagandone 634 in stato di libertà. Nel corso dell’ultimo anno sono poi numerose le attività di grande rilievo portate a termine, dalle custodie cautelari verso sette cittadini gambiani rei di vendere stupefacenti nei parchi gioco all’arresto di un’intera famiglia impegnata nella produzione e nell’essicamento di stupefacenti. In questo 2021 poi si segnala l’arresto di giovanissimi tra i 20 ed i 26 anni divenuti il terrore dei pendolari con 17 rapine tra giugno e dicembre 2020 o, in tempi recenti, le nove misure cautelari al termine di un’indagine partita a seguito della segnalazione dell’INPS di Lodi di fittizie imprese edili. Non mancano poi gli avvisi orali, i fogli di via, le espulsioni dal territorio, il controllo sul traffico e anche, in tempo di Covid19, l’attività utile a controllare il rispetto delle normative. In tutto in questo campo sanzionati 406 soggetti e 37 esercizi pubblici, poi chiusi dalla Prefettura


© RIPRODUZIONE RISERVATA