Peschiera, tredicenne molestata  fotografa il maniaco e lo fa bloccare
La polizia locale di Peschiera durante un servizio (Foto d’archivio)

Peschiera, tredicenne molestata fotografa il maniaco e lo fa bloccare

L’uomo di 43 anni ha dei precedenti per atti osceni ed è stato denunciato a piede libero

Scatta la foto con lo smartphone e incastra il suo molestatore. Grazie alla preziosa collaborazione di una ragazzina di 13 anni, gli agenti della polizia locale di Peschiera hanno rintracciato il 43enne M. T., camionista laziale, accusato di atti osceni in luogo pubblico e proposto per il foglio di via dal territorio comunale per tre anni.

L’uomo, nella giornata di mercoledì, aveva causato una vera e propria situazione di allarme sociale. Si era avvicinato a un gruppo di studentesse delle scuole medie e, intorno alle 12, si era spogliato davanti a cinque ragazzine per poi seguire una 13enne e molestarla. La ragazzina è stata tanto matura da allontanarsi e raggiungere i genitori a cui ha raccontato lo sgradevole incontro.

La famiglia, avuta la conferma anche dalle amiche della figlia di quello che era accaduto, si è rivolta alla polizia locale che ha svolto i primi accertamenti avviando le ricerche in tutto il Comune secondo la descrizione che era stata fornita dalle vittime. L’esibizionista, tuttavia, non si è fermato.

La sua presenza in città, segnalata anche attraverso i social network e il tam tam dei gruppi di studenti e genitori via Whatsapp, ha seminato il panico. D’altronde, sempre nel pomeriggio di mercoledì, l’esibizionista ha dato fastidio a un’altra ragazza poco più che diciottenne che si trovava su un’auto all’altezza del parco della Pace. Proprio li, intorno alle 14, una delle tredicenni molestate poche ore prima dallo stesso uomo, lo ha riconosciuto.

Mantenendosi a distanza, la ragazza è riuscita a fare uno scatto con il suo telefonino e ad inviarlo agli agenti della polizia locale. Una vera e propria svolta nelle attività d’indagine, perché non appena gli agenti hanno incrociato l’uomo, lo hanno immediatamente identificato: un 43enne italiano residente nella regione Lazio, che da due giorni sarebbe a Peschiera dove è arrivato per fare delle consegne con il suo camion. Sentito il pm di turno presso tribunale di Milano, M. T. è stato denunciato a piede libero. A suo carico altri precedenti per molestie e atti osceni. Per tale motivo, vista la sua pericolosità sociale, gli agenti hanno richiesto alla questura di Milano la notifica del foglio di via che impedirà al camionista di rientrare a Peschiera nei prossimi tre anni; pena, l’arresto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA