Per allentare la “morsa” del traffico in arrivo a Lodi quattro nuove rotonde
La presentazione delle quattro nuove rotatorie da realizzare a Lodi

Per allentare la “morsa” del traffico in arrivo a Lodi quattro nuove rotonde

Le opere saranno realizzate con 1,5 milioni messi sul piatto per la città da Regione Lombardia

Quattro nuove rotatorie per salvare Lodi dalla “morsa” del traffico. È questa la terapia d’urto studiata dal Broletto per abbattere le code e limitare gli incidenti stradali. Sul piatto ci saranno 1.560.000 euro, che verranno stanziati da Regione Lombardia per il capoluogo.

Lo ha annunciato ieri il sindaco Sara Casanova, che ha presentato le priorità sul fronte della viabilità per i prossimi due anni. Dopo la revisione degli svincoli in viale Europa e in via Zalli-via San Colombano, l’amministrazione comunale scommette ancora sulle rotonde. Ne verrà realizzata una tra viale Milano e via Cadamosto, dove nelle ore di punta passano più di 2mila mezzi (l’opera è da 400mila euro, lo stanziamento regionale dipende dall’ordine del giorno presentato dal capogruppo al Pirellone di Fratelli d’Italia Franco Lucente). Le altre tre rotatorie hanno incassato l’ok al finanziamento grazie all’iniziativa della consigliera regionale Selene Pravettoni (Lega): nell’elenco l’incrocio tra largo Marinai d’Italia, via San Colombano e via Sant’Angelo (300mila euro), per completare il riassetto del traffico in zona Robadello; tra via Serravalle, via San Giacomo e viale Savoia (270mila euro), per mettere in sicurezza il transito in zona ospedale e l’ingresso della scuola Barzaghi; e tra via Zalli e via Piermarini (270mila euro), per consentire in futuro l’eventuale apertura alle auto del sottopasso della Bassiana.

Tra gli interventi coperti dai fondi regionali anche l’allargamento del marciapiede di via Serravalle (sarà portato almeno a un metro per consentire il passaggio più agevole di carrozzine e sedie a rotelle), in più verrà riqualificata la pavimentazione della strada che costeggia la preziosa chiesa di San Francesco, evitando i continui rappezzi in catrame. Infine, sempre con le risorse del Pirellone, sarà messo in cantiere il rifacimento del parcheggio dell’ex Macello di via Defendente (320mila euro), uno dei primi obiettivi annunciati nel 2017 dall’allora candidato sindaco Casanova in campagna elettorale. «Dobbiamo ringraziare la Regione e i consiglieri Pravettoni e Lucente che hanno dimostrato attenzione per il territorio - interviene il primi cittadino - riceveremo contributi per investimenti, che saranno erogati tra il 2021 e il 2022, per portare avanti alcuni interventi ritenuti per noi importanti».

«Con queste opere - sottolineano Claudia Rizzi e Alberto Tarchini, assessori rispettivamente a lavori pubblici e viabilità - andiamo oltre il piano urbano della mobilità. L’introduzione di rotonde permette di apportare benefici al traffico e di ridurre l’incidentalità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA