Paullo, «Sponsor e soldi privati  per portare la metro in città»
Al centro il consigliere regionale Franco Lucente (foto d’archivio)

Paullo, «Sponsor e soldi privati

per portare la metro in città»

La proposta di Lucente: «Si può seguire l’esempio della M4»

Sponsorizzazioni e finanziamenti per portare la metropolitana fino a Paullo. Non spaventa il costo dell’opera, stimato in 1 miliardo e 200 milioni di euro, la cui copertura potrebbe essere raggiunta attraverso gli investimenti privati. È la proposta del consigliere regionale Franco Lucente, capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione e consigliere di minoranza in consiglio comunale a Paullo. «Oltre ai contributi istituzionali dello Stato, della Regione ed eventualmente dei Comuni, è possibile ricercare altre fonti di finanziamento – afferma Lucente -. È stato fatto con successo rispetto ad infrastrutture pubbliche diverse e certamente nulla vieta di farlo anche per il prolungamento fino a Paullo della metropolitana. Ci sono anche esempi ad hoc da copiare, mi riferisco al prolungamento della M4». In questo caso si parla della linea Blu, con un accesso privilegiato al Westfield: il centro commerciale più grande d’Europa, che sarà inaugurato nel 2021, si è già impegnato a finanziare, almeno in parte, lo studio di fattibilità del prolungamento del metrò, con fermata intermedia all’Idroscalo. «Ricordiamo che lungo la Paullese c’è una grossa concentrazione di centri commerciali – prosegue Lucente -: proprio a Paullo ne nascerà uno nuovo a completamento dei lavori di riqualificazione del secondo lotto della strada provinciale 415. Al di là della scelta ormai fatta di autorizzare o meno un nuovo centro commerciale, che avrà conseguenze inevitabili sul commercio locale, si può almeno cercare di cogliere quelle opportunità che ne potrebbero derivare. E una è quella del metrò: il prolungamento sarebbe positivo per i cittadini e anche per lo stesso centro commerciale e quindi potrà investire sul trasporto pubblico. Da parte mia, ho già ascoltato varie aziende del territorio, l’amministrazione comunale di Paullo potrebbe fare lo stesso con l’operatore che dovrà realizzare il centro commerciale in città: ritengo che sia una via utile da seguire». Ovviamente si potrà adottare tale strategia solo se è proprio il prolungamento del metrò che interessa al comune di Paullo, su questo punto lo stesso Lucente nutre qualche riserva. «Ci sono posizioni contrapposte: se da una parte ho apprezzato l’intervento dell’assessore ai Lavori pubblici Franco Morabito, mi è invece dispiaciuto quello del sindaco Federico Lorenzini che invece sembra lasciare libero spazio ad ogni soluzione per la mobilità del territorio, anche escludendo il prolungamento del metrò».


© RIPRODUZIONE RISERVATA