PAULLO Mozione contro il fascismo,  in aula scoppia la bagarre
Il consiglio comunale di Paullo non approva all’unanimità la mozione

PAULLO Mozione contro il fascismo,

in aula scoppia la bagarre

Il documento non è stato approvato all’unanimità

Il consiglio comunale di Paullo vota all’unanimità contro i totalitarismi, ma non contro il fascismo. La prima mozione, presentata dal gruppo di opposizione di Insieme per Paullo, ha infatti trovato l’intesa bipartisan dell’assemblea, ma non la mozione antifascista della maggioranza che è passata senza voti contrari, ma con l’astensione dei consiglieri di Insieme per Paullo formato dai due consiglieri di Fratelli d’Italia Franco Lucente e Roberta Castelli e di Prima Paullo in aula con il consigliere leghista Renato Pignarca. Un vero e proprio caso politico che ha suscitato più di una polemica. E il motivo del contendere è stata proprio la mozione antifascista, presentata in aula dal segretario comunale del Pd Giuliano Spinelli e voluta con forza dopo gli assalti di stampo “squadrista” avvenuti contro la sede del sindacato e il moltiplicarsi di attacchi nei confronti di persone “sgradite”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA