PAULLO Il parco diventa una maxi palestra all’aperto per le associazioni
Ieri mattina il corso di yoga ha inaugurato l’area dedicata al fitness

PAULLO Il parco diventa una maxi palestra all’aperto per le associazioni

Lunedì pomeriggio l’esordio con le lezioni di yoga dopo le sperimentazioni estive

Circa 1400 metri quadrati “ritagliati” all’interno del parco San Tarcisio per consentire alle associazioni del territorio di svolgere le proprie attività anche all’aperto. Una palestra “en plein air” e, in caso di necessità, anche un teatro all’aperto o un’area disponibile per le manifestazioni, che da ieri ha aperto ufficialmente i battenti e che sarà fruibile da tutti anche d’inverno.

Il progetto è nato, seppure in via sperimentale, lo scorso luglio e si è concluso all’inizio di agosto con la proposta di attività di fitness e danza al San Tarcisio. «Una prova sul campo - commenta il consigliere delegato allo Sport Giuliano Spinelli - che è stata decisamente positiva. Visto il riscontro che abbiamo avuto, la nostra palestra all’aperto è diventata una realtà: abbiamo deciso di istituzionalizzare questo spazio per le associazioni che ne faranno richiesta programmando di mese in mese un calendario delle attività. È un modo per venire incontro alle esigenze delle realtà locali, soprattutto in questo periodo di grande difficoltà per l’incombenza delle problematiche sanitarie legate al Covid-19. C’è una grossa fame di spazi all’aperto e il Comune ha fatto in modo di colmare un vuoto, offrendo il proprio contributo».

Per poter godere dell’area all’interno del parco è sufficiente presentare la propria proposta e, in base alle disponibilità, l’amministrazione ne concederà gratuitamente l’uso, fornendo anche l’energia elettrica. «C’è la possibilità di riunire in sicurezza fino a 56 persone - illustra Spinelli -: le postazioni sono distanziate 2 metri e mezzo l’una dall’altra, all’interno dell’area è delimitata, transennata, con ingresso e uscita separati. Chiediamo, ovviamente, alle associazioni di occuparsi di tutte le operazioni di gestione. Assumendosi la responsabilità relativa alla misurazione della temperatura, ai distanziamenti, all’uso delle mascherine, nonché agli accessi».

Il mese scorso la giunta ha approvato la delibera, che ha “disciplinato” l’utilizzo del parco. Rispetto alla fase sperimentale sono stati rivisti gli orari, prevedendo un’anticipazione delle attività: sono state indicate due fasce orarie, una mattutina (dalle 9 alle 12) e una pomeridiana (dalle 16 alle 20). Ieri è stata Giovanna Scipioni con le sue lezioni di yoga ad inaugurare il rettangolo all’aperto. Ci saranno anche altri sport si sono già prenotate associazioni per il fitness e le arti marziali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA