Parla Mazza: «Giochi di potere alla base della mia sfiducia»
Il sindaco Mario Mazza abbracciato da due sostenitrici la sera in cui il consiglio ha votato la sfiducia Foto Ronsivalle

Parla Mazza: «Giochi di potere alla base della mia sfiducia»

Il sindaco di Vizzolo racconta al «Cittadino» come ha vissuto gli ultimi giorni della sua maggioranza e cosa lascia

Comune mai semplice, politicamente sottile e lontano dagli scontri elementari, Vizzolo Predabissi anche nel 2018 ha sorpreso tutti e nello stesso tempo tenuto fede al suo Dna. Partito l’anno con una prospettiva rivoluzionaria per l’intero Sudmilano come la nascita di “Vico Addetta”, il comune unico Vizzolo-Colturano, dodici mesi dopo il municipio è in rampa di lancio per le elezioni anticipate. Prima l’emorragia di consiglieri di maggioranza con quattro dimissioni simultanee; poi la sfiducia al sindaco passata con sette voti su otto, hanno sbriciolato la maggioranza “Vivere Vizzolo”, lista civica di centrosinistra. Ora Vizzolo aspetta il commissario straordinario e poi le cabine elettorali.

Il pubblico presente all’ultimo consiglio comunale

Il pubblico presente all’ultimo consiglio comunale

Il sindaco Mazza

«Alcuni segnali di divaricazione in giunta sono apparsi abbastanza presto, prima che andassimo a tutto il discorso fusione con Colturano e al referendum finito come si sa. Ma qui non importa tanto il “quando” si sia cominciata a spaccare la lista, quanto il “perché” altri l’hanno voluta rompere. Qualcuno ha cercato di assumere un ruolo egemonico in maggioranza, ribaltando gli equilibri del 2015 e cominciando a promuoversi per una probabile campagna elettorale».

Il sindaco Mazza

Il sindaco Mazza

Il pubblico presente all’ultimo consiglio comunale


© RIPRODUZIONE RISERVATA