ORIO LITTA Cinquemila libri nella nuova biblioteca
Il taglio del nastro della biblioteca

ORIO LITTA Cinquemila libri nella nuova biblioteca

Il taglio del nastro dopo i lavori di riqualificazione

C’è anche una sezione con libri ed enciclopedie per studiare e fare ricerca, pensata apposta per gli studenti. E sui nuovi scaffali ha trovato una degna dimora la collezione di Albertina Rigoni, la figlioletta del titolare dell’omonima legatoria, spirata ancora infante e nel cui ricordo i volumi sono stati donati anni fa al Comune. Aria di festa domenica a Orio Litta per la fine dei lavori in municipio dove ha sede la biblioteca comunale, inserita nell’intervento di ristrutturazione che ha coinvolto anche la sala consiliare. Dallo scorso novembre i 5mila volumi del patrimonio librario del Comune erano chiusi negli scatoloni e per gli amanti della lettura sono stati mesi d’interminabile attesa. Così domenica, all’inaugurazione dei locali rimessi a nuovo, i lettori più accaniti non hanno mancato l’appuntamento, riversandosi nelle salette per vedere com’erano disposti i libri e le novità dell’allestimento rinnovato. «Questa biblioteca per Orio Litta è molto importante e devo ringraziare le volontarie per il prezioso lavoro che hanno fatto per liberare tutto il piano e ricollocare tutti i libri nelle scaffalature – commenta il sindaco Francesco Ferrari -. È venuto fuori un bel locale, con una sezione riservata alle scuole e un’altra sala dedicata agli altri utenti. Da novembre dell’anno scorso la biblioteca era chiusa e c’era veramente molta attesa». Cascina Aione, dove hanno sede il municipio e la biblioteca, è vincolata dalla Sovrintendenza. E i lavori di rifacimento della controsoffittatura e dell’illuminazione, come la ritinteggiatura della facciata esterna, hanno dovuto tenere conto della storicità dell’edificio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA