Camairago, trovato morto in cascina in una pozza di sangue

Camairago, trovato morto in cascina in una pozza di sangue

È un giallo la fine di un 42enne indiano che lavorava come addetto ai suini

Indiano trovato morto in cascina a Camairago. È giallo sul decesso del 42enne S.H. rinvenuto cadavere ieri mattina intorno alle 7.30 a cascina Merino, lungo la strada bassa che porta alla Madonna della Fontana, da un connazionale suo vicino di casa che era andato a chiamarlo per iniziare il lavoro. Non ricevendo risposta, l’uomo si è introdotto nell’abitazione forzando una finestra, e ha trovato il 42enne in bagno, riverso a terra in una pozza di sangue.

Dato l’allarme, sul posto sono subito accorsi i carabinieri della compagnia di Codogno, il medico del 118 e un equipaggio della Croce rossa, ma non si è potuto far altro che constatarne il decesso, con ogni probabilità avvenuto quattro ore prima.

I carabinieri hanno posto i locali sotto sequestro e le indagini sono in corso. Sarà l’esame autoptico a stabilire le cause della morte.

Il 42enne era scapolo e l’unica parente in Italia è una zia che vive a Reggio Emilia e ieri è stata informata della tragedia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA