Omicidio stradale, questa mattina l’interrogatorio del 57enne
Il suv su cui viaggiava Madelina Mora, schiantatosi nella zona del treno deragliato (foto vigili del fuoco)

Omicidio stradale, questa mattina l’interrogatorio del 57enne

Sarà eseguita l’autopsia sulla 21enne falciata a piedi in A1 a Ospedaletto

Si tiene questa mattina nel palazzo di giustizia di Lodi l’interrogatorio di S.F., il 57enne di Bertonico che è stato arrestato sabato dalla polizia stradale di Guardamiglio in “quasi flagranza” per fuga dopo un incidente mortale e che si è visto poco dopo, all’esito di esami del sangue, contestare anche la guida in stato di alterazione da stupefacenti, con conseguente ipotesi di “omicidio stradale”. L’uomo è ai domiciliari e la sua auto è stata sequestrata, anche per venire sottoposta a rilievi scientifici: quando la polizia è arrivata a casa sua, presentava danni evidenti sul paraurti anteriore, sul cofano e sul parabrezza, e si ritiene che attorno alle 5 del mattino di sabato abbia investito due ragazze sull’A1 a Ospedaletto.

Le giovani, Madeline Mora, 21 anni, nata a Santo Domingo, ex studentessa del Liceo delle scienze umane Sanvitale di Bologna, di casa a Pilastro di Langhirano (Parma), trovata dai soccorritori in arresto cardiaco, schiacciata sull’asfalto, e la sua amica V.E., 26 anni, marocchina, che si ritiene sia stata sbalzata in aria dalla stessa auto, gravemente ferita, erano rimaste coinvolte pochi istanti prima in un grave incidente stradale: il suv Nissan Juke con il quale assieme a due ragazzi coetanei tornavano da Milano, dopo una serata, si era schiantato contro il guard rail dell’area di sosta che si trova circa 200 metri dopo il punto di massima visibilità dall’A1 del Frecciarossa deragliato l’altra settimana, e, dopo essersi girato su se stesso, aveva preso fuoco.

Madeline Mora Rodriguez

Madeline Mora Rodriguez

Madeline Mora Rodriguez


© RIPRODUZIONE RISERVATA