Oltre trecento dosi di vaccino alla Castellini di Melegnano
Vaccinazioni anti-Covid alla Castellini

Oltre trecento dosi di vaccino alla Castellini di Melegnano

Serviranno a proteggere ospiti e dipendenti della casa di riposo

Con l’invio dei 180 nuovi vaccini Pfizer-BioNTech, è finalmente ripresa la campagna anti-Covid alla Fondazione Castellini Onlus, dove oggi arriveranno altre 138 dosi destinate agli ospiti e ai dipendenti a cui è già stata somministrata la prima. Dopo l’allarme lanciato la scorsa settimana dal presidente della Fondazione Natale Olivari sui ritardi nella consegna, la fumata bianca è arrivata nella giornata di mercoledì, quando sono arrivate altre 180 dosi di vaccino Pfizer-BioNTech alla Castellini di Melegnano, la maggiore Residenza sanitaria assistenziale dell’intero Sudmilano con la presenza complessiva di 352 posti letto.

Già l’altro giorno è dunque ripresa la campagna anti-Covid alla Fondazione, dove tra mercoledì e ieri sono stati somministrate 120 dosi agli ospiti e ai dipendenti, la conclusione è prevista per oggi con gli ultimi 60 vaccini a disposizione: seguendo scrupolosamente tutte le procedure previste in casi del genere, le vaccinazioni vengono effettuate ai singoli piani dal personale infermieristico della Rsa con la presenza di un medico e sotto il coordinamento del direttore sanitario Irene Pellicioli.

Sempre per oggi è programmato l’arrivo delle 138 dosi destinate ai soggetti a cui nelle scorse settimane era stata somministrata la prima, che dunque già in questi giorni vedranno completata la campagna anti-Covid.

«Dopo i ritardi dell’ultimo periodo - afferma quindi soddisfatto il presidente Natale Olivari con il direttore generale Stefano Dalla Valle -, sono arrivate le nuove dosi sia per chi deve sottoporsi per la prima volta alla vaccinazione sia per coloro ai quali era già stata somministrata nelle scorse settimane, grazie alle quali possiamo finalmente ripartire a pieno ritmo».

Attualmente sono nell’ordine dei 300 i pazienti presenti nella Fondazione di via Cavour, a cui si aggiungono i circa 250 dipendenti, oltre il 90 per cento dei quali ha aderito alla campagna anti-Covid: alla Castellini sono insomma almeno 500 i soggetti cui somministrare la vaccinazione, che nei prossimi giorni si concluderà per i primi 138 tra ospiti e operatori, tra i quali avrà naturalmente una corsia preferenziale chi lavora a stretto contatto con i pazienti.

«Già un terzo dei soggetti interessati ha completato la campagna anti-Covid, che nel frattempo ha interessato per la prima volta altri 180 tra pazienti e dipendenti - ribadiscono in conclusione i vertici della Residenza sanitaria assistenziale di via Cavour a pochi metri dal cuore della città -: dopo l’allarme lanciato la scorsa settimana per il ritardo delle nuove dosi, rassicuriamo dunque i familiari degli ospiti, alla Castellini di Melegnano la situazione è tornata sotto controllo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA