Odore di olio e malori nei paesi: in campo l’Arpa e i vigili del fuoco

Odore di olio e malori nei paesi: in campo l’Arpa e i vigili del fuoco

Disagi tra Cornegliano, Pieve e Borgo a partire da giovedì sera: i controlli si sono spinti nelle aziende

Puzza ai massimi livelli giovedì pomeriggio a Cornegliano Laudense: malori tra gli abitanti. Il fetore chimico ha raggiunto il picco intorno alle 19 quando i cittadini hanno avvertito forti bruciori alla gola, mal di testa e nausea, e preoccupati hanno allertato Arpa, vigili del fuoco e sindaci, facendo scattare nuovi controlli. L’odore, descritto dai residenti come “di olio caldo bruciato”, si percepiva fino alla provinciale Lodi-Cornegliano, al cavalcavia di Pieve Fissiraga e nei pressi dell’ex Viscolube (oggi Itelyum), ma anche nel tratto autostradale Lodi Vecchi-Borgo San Giovanni. Dove i miasmi hanno causato malori è però a Cornegliano, ed è partito da lì il sopralluogo dei tecnici Arpa, che, affiancati dal comandante della polizia municipale hanno percorso le vie del paese riscontrando la presenza di idrocarburi nell’aria.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola sabato 18 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA