Nuovo caseificio dal magazzino della cascina Mandella
A Ospedaletto sorgerà un caseificio nell’azienda agricola Raimondi cascina Mandella. L’impianto arriverà dalla trasformazione di un magazzino ad uso agricolo, il sindaco contento: vantaggi per il territorio

Nuovo caseificio dal magazzino della cascina Mandella

Ospedaletto, il sindaco soddisfatto per le ricadute economiche

Nella Bassa nasce un nuovo caseificio: a Ospedaletto il progetto in variante al Pgt è pronto ed è arrivato anche in consiglio comunale per l’approvazione del verbale della conferenza dei servizi con le controdeduzioni alle osservazioni.

Una storica attività del territorio, l’azienda agricola Raimondi Cascina Mandella (nota realtà agricola attiva anche nella vendita diretta di carne) ha infatti deciso di ampliare la sua attività già presente in paese, trasformando il magazzino ad uso agricolo e costruito poco tempo fa, in un caseificio industriale con costruzione di impianto di trattamento delle acque di lavorazione, cabina elettrica e formazione di piazzale recintato.

«Un’azienda già esistente si amplia, ma per il paese si tratta di una nuova attività - conferma l’assessore Giuseppe Riboni - e questo con ricadute anche economiche sia per il territorio che per le entrate del comune».

L’operazione di fatto riguarda un’area di circa 8.700 metri quadrati di cui circa 2.560 coperti. E interessa lo sviluppo di un magazzino in funzione produttiva, di lavorazione del latte, che storicamente rappresenta l’oro bianco del Lodigiano, terra di frisone, che sono le vacche da latte italiane.

A Ospedaletto dunque cresce il settore industriale e logistico del comparto alimentare. In paese infatti sono presenti due realtà della lavorazione della carne, CarnItalia (risorta dalle ceneri dell’incendio avvenuto pochi anni fa) e l’industria Inalca del Gruppo Cremonini che di recente ha realizzato una nuova maxi cella frigorifera e che sta portando avanti, con la società Marr (braccio distributivo del gruppo) il distretto logistico della carne. Nella Bassa però si vocifera anche dell’interessamento da parte di un’azienda del mondo della lievitazione, della pizza.

Sul territorio a ridosso del casello autostradale dell’A1 dunque gli investimenti sono all’ordine del giorno. In un tessuto già caratterizzato da aziende agricole storiche, imprese artigianali e aziende di lunga data, l’intraprendenza non manca. Ben altro progetto infine sta toccando Ospedaletto, ma di altra natura: la società milanese Akno intende realizzare un Business Park nei terreni agricoli che si affacciano sull’autostrada.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA