Nel Lodigiano sette negozi si meritano la “stella”
L’hotel ristorante Castello a Lodi (Ribolini)

Nel Lodigiano sette negozi si meritano la “stella”

Quattro esercizi del capoluogo e tre in provincia riconosciuti come attività di tradizione

In un momento difficile come quello che sta attraversando tutto il settore del commercio e della ristorazione, il riconoscimento ufficiale di “attività storica” è un piccolo incoraggiamento che ha raggiunto sette realtà della provincia di Lodi. La Regione, ieri, ha riconosciuto ufficialmente 117 nuove attività storiche, di cui 7 nel Lodigiano, che si vanno ad aggiungere alle 2.118 già iscritte all’elenco regionale “Attività storiche e di tradizione”.

Nel capoluogo

Gionata Spisso del Bar My Way, non era ancora stato raggiunto dalla notizia: «La conferma la ricevo ora da voi – spiega -. Più che altro, era un modo per dare il giusto valore al lavoro fatto da mio padre Michele, che rilevò il bar nel 1981. In quarant’anni, il mondo è cambiato e anche il nostro lavoro è cambiato. Ora poi, con il Covid, sappiamo che il destino della nostra impresa non dipende dal nostro impegno, ma da quello che ci succede intorno, ed è un po’ triste».

Anche al Ristorante albergo Castello, il titolare Francesco Magnani accenna alla difficoltà del momento: «Abbiamo rilevato questo storico albergo nel 1976. L’abbiamo restaurato due volte, ma sempre mantenendo la sua bellezza, con queste meravigliose decorazioni sul soffitto– racconta ammirando le colonne e gli stucchi, come se li vedesse per la prima volta -. Ora, non vogliamo affondare per colpa del Covid».

A Lodi è stata premiata anche l’attività di Salvalaglio, il negozio storico (dal 1957) che si trova in via Garibaldi, ora chiuso per via delle restrizioni della zona rossa.

Spostandosi poi verso la provincia, c’è il Ristorante pizzeria La Cava lungo la provinciale per Boffalora: fu acquisito nel 1979 da Ivo Maldotti e Santina Elisa Radavelli, che è ancora intenta a cucinare.

In provincia

A Sant’Angelo Lodigiano, ha conquistato il riconoscimento il negozio storico Amerigo Carni di Alessandro Carminati, in via Nazario Sauro, mentre a Castelnuovo Bocca d’Adda è stata ufficializzata la storicità di della Macelleria Curtarelli, presente in paese addirittura dal 1910

Infine, a Tavazzano, il riconoscimento è stato assegnato al negozio di Alimentari Barbierato: purtroppo, questo attestato arriva in un momento delicato, visto che i titolari sono stati colpiti da un lutto. Tutto il paese ha manifestato la propria solidarietà ad una realtà da sempre punto di riferimento per Tavazzano.

L’assessore regionale

Anche quest’anno abbiamo riconosciuto nuove attività storiche lombarde. – dichiara l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Guido Guidesi -. Sono realtà straordinarie che rappresentano un patrimonio economico e di tradizioni socioculturali dei nostri territori molto importante. È il saper fare lombardo, unico e incomparabile».

Per entrare a far parte di questo elenco, che dispone anche di un sito web dedicato (attivitastoriche.regione.lombardia.it), bisogna dimostrare la continuità nel tempo per almeno quarant’anni. Le imprese riconosciute possono partecipare a misure dedicate: fino al 3 maggio è aperto il bando Credito Ora, che concede contributi per l’abbattimento del tasso di interesse applicato ai finanziamenti di istituti di credito per operazioni di liquidità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA