Nei controlli contro il coronavirus anche due ubriachi al volante

Nei controlli contro il coronavirus

anche due ubriachi al volante

Segnalati anche alcuni giovanissimi in possesso di spinelli

Una 27enne di Lodi e un 25enne di Ossago Lodigiano sono stati trovati ubriachi al volante dai carabinieri, impegnati tra mercoledì e giovedì in una serie di controlli sul territorio per prevenire le violazioni dei divieti a contrasto del coronavirus ma anche per tenere sotto controllo la criminalità che, sia pure a ritmi più rallentati, continua a colpire. I due giovani automobilisti sono stati fermati in via Cavallotti e in viale Europa e hanno subito il ritiro della patente, per il 25enne di Ossago, visto il tasso alcolico di quasi 4 volte il consentito, si è anche aperto un procedimento penale. Il dispositivo, composto da sette pattuglie, del Radiomobile e delle stazioni di Lodi, Cavenago D’Adda, Zelo Buon Persico e Sant’Angelo Lodigiano, ha anche individuato alcuni consumatori di stupefacenti: un 21enne di Cavenago in possesso di marijuana, e tre ventenni di Cervignano. Il primo stata “festeggiando” con alcuni amici in un appartamento del paese, i secondi invece erano su una panchina in piazza e avevano anche una sigaretta di hascisc. Per tutti sono scattate anche le contravvenzioni per aver violato il divieto di uscire di casa senza motivazioni gravi e urgenti piuttosto che il divieto di assembramenti. Violazioni contestate anche a un 66enne di Dovera che, in auto con la moglie, ha sostenuto di essere diretto all’ospedale Maggiore di Lodi per una visita, che invece, da accertamenti, è risultata essere già stata eseguita il giorno precedente. Contestate in questo caso le false attestazioni. A Sant’Angelo invece un 30enne di Pieve Fissiraga è stato trovato in compagnia di una donna coetanea, ma per tre anni non avrebbe potuto fare ingresso nel territorio barasino, a seguito di un “foglio di via” del 2019, ed è stato anche lui denunciato. Sempre a Sant’Angelo, un marocchino 40enne ora domiciliato a Graffignana è stato sorpreso sotto l’abitazione della moglie, dalla quale era stato allontanato dal giudice un mese fa a seguito dell’accusa di comportamenti violenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA