MELETI Un asino in fuga investito e ucciso da un’auto
L’asino investito

MELETI Un asino in fuga investito e ucciso da un’auto

Era scappato dal recinto di un comunità: fortunatamente illesa la conducente della vettura

È un’ostetrica dell’ospedale Maggiore di Lodi, mamma di un bambino di tre anni, la giovane donna che sabato notte, rincasando dopo il turno di lavoro, sulla provinciale 27 a Meleti si è trovata davanti un grosso animale e con la macchina gli è finita addosso.

La donna è rimasta fortunatamente illesa, l’asino, invece, è morto.

L’animale era uno dei tre della comunità di recupero per tossicodipendenti “Le Fontane” di Cornovecchio, a pochi metri dalla provinciale, scappato dal recinto.

Né è la prima volta che accade, come denunciano gli automobilisti che sono soliti percorrere la strada e come ammette Giancarlo Santori, educatore della struttura: «Sono asini che utilizziamo con i ragazzi per attività educative - premette -. Hanno buttato giù i cardini del cancello in legno della recinzione e sono scappati, ma l’avevano abbattuta già un’altra volta, per cui avevamo dato l’asino più ribelle in affido a una cascina qui vicino, che ha la stalla, e abbiamo provveduto a ripristinare la staccionata che delimita il confine. Ma gli altri due hanno abbattuto di nuovo i cardini».

Approfondisci l'argomento sulla copia digitale de Il Cittadino

© RIPRODUZIONE RISERVATA