MELEGNANO «Sui treni i pendolari nelle ore di punta stanno stretti come sardine»
Pendolari sulla S1 martedì mattina

MELEGNANO «Sui treni i pendolari nelle ore di punta stanno stretti come sardine»

La paura del comitato: «Il Covid non molla la presa e il distanziamento a bordo non viene rispettato»

«Con i treni corti lungo la linea S1 Milano-Lodi, negli orari di punta i pendolari sono stretti come sardine, quando piove si allagano addirittura i convogli». Con tanto di foto sulla situazione di martedì mattina, l’ennesima denuncia è arrivata dal comitato pendolari del Sudmilano e del Lodigiano, che è tornato alla carica sulla necessità di migliorare il servizio.

«A causa del ridotto numero di vagoni, negli orari di punta i pendolari sono stretti come sardine, le immagini sono eloquenti - ha tagliato corto il referente Massimo Baldi -. Non proprio il massimo quando, con il Covid che è tornato a galoppare, quella del distanziamento è una delle maggiori raccomandazioni per contenere la diffusione del virus: oltre ad essere abbassate senza che vi sia alcun tipo di controllo, in gran parte dei casi le mascherine sono giornaliere e non FFP2 come richiederebbe un assembramento di questo tipo. Sempre lungo la linea Milano-Lodi, i pendolari ci hanno segnalato l’allagamento dei treni durante le piogge dei giorni scorsi, ancora una volta rilanciamo sulla necessità di intervenire per migliorare finalmente le nostre condizioni di viaggio».


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola mercoledì 1 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA