MELEGNANO La Fiera del Perdono rischia di saltare per il terzo anno consecutivo
La Fiera dei tempi andati

MELEGNANO La Fiera del Perdono rischia di saltare per il terzo anno consecutivo

Tante le incognite a fronte dell’andamento del contagio

A Melegnano l’incubo Covid mette in pericolo la storica Fiera del Perdono, che rischia di saltare per il terzo anno consecutivo. È questa la situazione a tre mesi dall’appuntamento clou di Melegnano che, arrivato quest’anno alle 459esima edizione, è in programma per giovedì 14 aprile. «Con il drastico aumento dei contagi e lo stato d’emergenza prorogato al 31 marzo, sono tante le incognite in vista della kermesse per eccellenza della nostra città, che sino al 2019 nel giovedì della Fiera era solita vedere la presenza di oltre 20mila persone in visita ai molteplici eventi del giorno di festa - afferma il sindaco Rodolfo Bertoli -. Nelle prossime settimane abbiamo intenzione di incontrare sia il comitato Fiera sia la stessa Confcommercio Melegnano, che gioca un ruolo di primo piano nell’organizzazione della manifestazione, mentre la decisione finale è attesa tra la fine di gennaio e i primi di febbraio». Sarebbero infatti necessari un paio di mesi per predisporre i tanti appuntamenti eventualmente in programma per il giorno della Fiera che, vista l’attuale situazione, rischia di saltare per il terzo anno consecutivo: sia nel 2020 sia nel 2021 si è svolta la sola liturgia di esposizione della Bolla, da cui tutto ebbe inizio nel lontano 1563.


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola mercoledì 12 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA