Melegnano, in casa con giubbotti e sciarpe perché il riscaldamento è in tilt
Il complesso delle case Aler di via Ciclamini rimasto al freddo per giorni

Melegnano, in casa con giubbotti e sciarpe perché il riscaldamento è in tilt

Pesanti disagi per gli oltre 60 residenti delle case popolari di via Ciclamini

«Con il gran freddo di questi giorni, dobbiamo stare in casa con i giubbotti, i guanti e le sciarpe, speriamo che il guasto sia sistemato nel più breve tempo possibile». Nella giornata di venerdì gli oltre 60 abitanti delle case popolari di via Ciclamini in zona Giardino hanno raccontato così la disavventura cui sono costretti da ormai una ventina di giorni, durante i quali il riscaldamento delle loro abitazioni è andato completamente in tilt. «I primi problemi sono emersi già nei giorni a cavallo del Natale, quando la caldaia ha iniziato a fare le bizze - hanno affermato alcuni di loro in tarda mattinata -. Immaginando si trattasse di un guasto momentaneo, all’inizio non abbiamo dato troppa importanza al disservizio, ma nell’ultima settimana la situazione si è fatta insostenibile: in questi giorni abbiamo quindi richiesto a più riprese l’intervento dell’Aler, proprio nella mattinata di oggi (venerdì per chi legge, ndr) sono arrivati i tecnici dell’istituto, speriamo che il guasto sia finalmente riparato entro la serata».


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola sabato 16 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA