Melegnano, emergenza casa: 250 famiglie in ginocchio
La casa d’accoglienza in via Dante Alighieri che sarà inaugurata a settembre ospitando due famiglie (Cornalba)

Melegnano, emergenza casa: 250 famiglie in ginocchio

L’appello del sindacato inquilini: «L’amministrazione deve intervenire, in tanti rischiano lo sfratto»

«A Melegnano sono quasi 250 le famiglie in ginocchio, la nuova amministrazione deve intervenire contro l’emergenza casa». Mercoledì mattina l’appello è arrivato dall’attivista del Sicet Domenico De Luca, che tutti i mercoledì dalle 15 alle 17 gestisce uno sportello apposito nella sede Cisl in via Castellini. «Attualmente sono nell’ordine delle 250 le pratiche aperte in città, sono tutte famiglie in difficoltà a pagare l’affitto, buona parte delle quali rischiano addirittura lo sfratto - incalza De Luca -. I motivi sono legati in primis agli affitti alle stelle: per un bilocale arriviamo a 700-800 euro mensili, con le spese condominiali non siamo lontani dai mille euro. Il tutto ulteriormente aggravato dalle emergenze degli ultimi due anni, prima il Covid e adesso la guerra con il caro bollette, che stanno mettendo in ginocchio sempre più famiglie: se in passato avevamo soprattutto giovani coppie e ragazze madri, oggi anche gli over 50 non tirano fine mese dopo aver perso il posto di lavoro, ma non di rado neppure i pensionati riescono a far fronte alle tante spese del vivere quotidiano». Nasce da qui l’appello lanciato dall’attivista del Sicet, che si è detto pronto ad aprire un tavolo di confronto con il nuovo esecutivo guidato dal sindaco Vito Bellomo. «L’amministrazione deve varare politiche ad hoc per far fronte all’emergenza casa - sono ancora le parole -, mi riferisco in particolare alla necessità di mettere a disposizione un maggior numero di case popolari e comunali».

Leggi l’approfondimento sul Cittadino in edicola giovedì 28 luglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA