Melegnano, dopo i disordini in centro scattano i maxi controlli dei carabinieri
I carabinieri in centro a Melegnano sabato sera (Cornalba)

Melegnano, dopo i disordini in centro scattano i maxi controlli dei carabinieri

In servizio anche i militari della Compagnia di intervento operativo in arrivo da Milano

Dopo i disordini delle ultime settimane nel cuore di Melegnano, le forze dell’ordine hanno rafforzato i controlli nelle zone del centro storico, dove hanno fatto tappa anche i carabinieri del Cio, la Compagnia di intervento operativo in arrivo da Milano. Nella serata di sabato l’area attorno a piazza Vittoria all’ombra del castello è stata presidiata da quattro pattuglie dell’Arma, i cui controlli si sono estesi alle altre zone del centro città. È quanto del resto auspicato nell’ultimo periodo dal sindaco Pd Rodolfo Bertoli che, dopo i disordini dell’ultimo mese, ha chiesto un potenziamento dei presidi delle forze dell’ordine. Come del resto avviene abitualmente durante la stagione estiva, già venerdì gli agenti della polizia locale di Melegnano hanno esteso la propria attività sino all’una di notte, mentre sabato sera i controlli hanno visto giocare un ruolo di primo i carabinieri del Cio in arrivo da Milano, che hanno dato manforte alle forze dell’ordine presenti in città: in entrambi i casi gli interventi hanno riguardato soprattutto le aree centrali di Melegnano dove, complice la presenza di diversi locali pubblici, sono soliti radunarsi decine di giovani in arrivo dall’intero territorio.

I presidi rafforzati dei carabinieri fanno seguito a quanto avvenuto nell’ultimo mese in varie zone della città, dove si sono verificati una serie di risse e furti, che hanno scatenato una vibrante polemica in tema di sicurezza.

Attraverso i propri parlamentari, la Lega ha presentato un’interrogazione ai ministri dell’Interno Luciana Lamorgese e della Difesa Lorenzo Guerini per sollecitare maggiori risorse destinate a Melegnano, che consentirebbero un’azione più efficace di contrasto alla criminalità, mentre lo stesso sindaco Bertoli si è detto pronto a chiedere al prefetto un rafforzamento dell’organico dei carabinieri. Da segnalare infine la presa di posizione dei vertici di Confcommercio Melegnano, che hanno rilanciato sulla necessità di un tavolo di confronto in tema di sicurezza.

Sempre in questi giorni, intanto, palazzo Broletto ha annunciato un potenziamento dei controlli anche nel bosco di Montorfano, l’oasi naturalista comunale gestita dal Wwf all’interno della quale il comitato e il gruppo del controllo del vicinato attivi nel quartiere hanno denunciato l’allarme droga. In base a quanto fatto sapere dall’amministrazione, in questo caso è in particolare prevista la presenza per due volte al giorno di agenti a piedi all’interno dell’oasi in riva al Lambro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA